Sulle tracce di Pinocchio..... dovete sapere che.... c'era una volta.... c'era una volta un campo, uno come tanti ma un giorno un certo Francesco Zoppi trovò un tesoro! Un corbello pieno di monete e da quel giorno il luogo venne chiamato il Campo dei Miracoli, perché ogni volta che le persone parlavano di questo ritrovamento le monete e il loro valore.... aumentavano.

Carlo Lorenzini si ispirò a questo avvenimento per il capitolo nel quale il Gatto e la Volpe, due piccoli truffatori e ladri di polli realmente esistiti a Sesto Fiorentino, convinsero Pinocchio a seppellire gli zecchini d'oro.

Sulle tracce di Pinocchio..... alla fine del XIX secolo, nel parco venne realizzato un lago con al centro due isolotti collegati da un arco dentato. Questa è la Bocca del Pescecane che inghiottì prima Geppetto, poi il Tonno e Pinocchio.

Sulle tracce di Pinocchio..... nella parte superiore della grotta al centro del lago di Villa Gerini di Colonnata, si trova oggi un rudere, ma una volta era un piccolo chalet chiamato la Casa della Fata Turchina. Gli anziani di Sesto Fiorentino ricordano ancora come i loro nonni li accompagnavano a vedere il lago e la casa della fata.

Foto degli anni 30 del XX sec.